Prossimi eventi

set
11
ven
TONY ALLEN @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
TONY ALLEN

Presentato da Murato! La rassegna curata da Radio Città Del Capo & Unhip Records

Ore 21:30
20 euro + D.D.P. - a breve disponibile la prevendita
TONY ALLEN @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

Radio Città Del Capo & Unhip Records presentano: MMMMMMMMMMURATO!
Il primo appuntamento con la rassegna più Murata della città coincide con l’inaugurazione della stagione 2015-2016 del Locomotiv Club.
L’ospite della serata sarà l’attesissimo TONY ALLEN, che presenterà “Film of Life” (Jazz Village/Ducale), il nuovo capolavoro del padre dell’Afro-Beat.
La selezione musicale pre concerto sarà curata da dj MORRA MC.

A 74 anni, il batterista nigeriano di spirito apolide potrebbe vivere tranquillamente di rendita, incidendo dischi di routine per dare slancio alle tournée. Invece guarda avanti, si rimette in gioco, si affida a tre giovani produttori francesi, I Jazzbastards, e riassume la propria vicenda artistica e umana con un disco vario, coraggioso, che dall’afro beat di partenza allunga i tentacoli verso il dub, il jazz, il rock.
C’è Manu Dibango. C’è ancora Damon Albarn, con il quale Allen ha costruito negli anni un sodalizio importante. Insieme duettano nel singolo Go Back, una ballata toccante che si avvolge in un tappetto ritmico sensuale e ipnotico in cui viene raccontato senza cadere in eccessi drammatici la storia dei profughi africani sulle coste italiane.
Un romanzo da 10 capitoli, seducente fin dal funky cristallino dell’iniziale Moving on; spiritoso nella chicca Afro Kungfu Beat, ipnotico in Ewa, dilatato nella conclusiva Tony Wood, all’insegna della cultura del basso e con la camera dell’eco spalancata. Una lezione di stile che passa anche da concertina e ukulele.
Film of Life è anche, ma non solo, la sceneggiatura della vita e della carriera di Tony Allen e se non riesce a raccontarla tutta, sicuramente ci fa capire quanto sia importante il ruolo di questo stregone yoruba nel panorama musicale mondiale.
_________________________________________

Biografia di Tony Allen, lo stregone yoruba

All’inizio della sua carriera è stato il direttore dell’orchestra di Fela Kuti. Tony Allen e Fela Kuti, padri dell’Afro- Beat , hanno creato un ritmo nuovo, una pulsione, un battito.
Il Battito dell’Afro-beat è quello scritto dalla batteria di Tony Allen che per 15 anni si affianca a Fela Kuti in una produzione musicale di oltre 50 album. Allen non si stancherà mai di scandirne il tempo, flessibile e preciso . L’Afro-beat cresce sotto i colpi della sua batteria fino a diventare uno dei generi africani più influenti al mondo.
Il batterista nigeriano ricalca i ritmi africani riconsegnandoli al mondo con una nuova potenza, ed è anche grazie al suo potere che la musica africana è riuscita ad influenzare lo sviluppo del sound pop occidentale. Tony Allen racchiude la vitalità e la forza primordiale di questi ritmi e la voglia di sottometterli a nuove sperimentazioni mixandoli con suoni moderni.
Dopo l’incontro con Fela Kuti, la sua carriera lo porterà ad intraprendere una ricerca ininterrotta tra le sonorità dell’Afrobeat originale ed emancipazioni multidirezionali che spaziano dal Dub, “Space jazz” ma anche il pop internazionale. Numerosissimi i progetti e le collaborazione, negli ultimi anni la più importante è sicuramente quella con Damon Albarn. Dal 2000 Damon e Tony lavorano fianco a fianco in numerosi progetti, tra i quali The Good The Bad & The Queen e Rocket Juice and The Moon, fino agli ultimi lavori.
Oggi all’età di 74 anni Tony Allen esce con un nuovo album. Film of Life è il suo decimo disco solista, una retrospettiva sulla sua carriera, una versione in Technicolor dell’Afrobeat. Per creare quest’ultimo capolavoro Tony non si accontenta di vivere di rendita, rimescola le carte, affida la produzione ad un giovane trio francese, The Jazzbastards e si rimette in gioco. Il risultato lo ricolloca con freschezza al centro della storia della musica. Damon Albarn è presente, la sua voce aggiunge un tocco soul al singolo Go Back e in Tiger Skip il suono della sua melodica si amalgama perfettamente alla tecnica e al groove black del percussionista. Ospiti nell’album anche Kuku, cantautore di origine nigeriana (“Tonywood”) e “The Lion of AfricaManu Dibango (“Mojo”)
In Film of Life Tony Allen riscrive la sceneggiatura della sua carriera e se non riesce a raccontarla tutta sicuramente ci fa capire quanto sia importante il ruolo di questo stregone yoruba nel panorama musicale mondiale, oggi come ieri.

set
12
sab
TUTTO MOLTO BELLO | V Edizione @ Parco del D.L.F e Locomotiv Club
TUTTO MOLTO BELLO | V Edizione
Ore 13:00
TUTTO MOLTO BELLO | V Edizione @ Parco del D.L.F e Locomotiv Club

Il torneo dedicato alle etichette indipendenti giunge alla Va edizione, a breve news!

ott
7
mer
RYAN BINGHAM @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
RYAN BINGHAM

Presentato da Barley Arts Promotion

Ore 21:30
20 euro + d.d.p
RYAN BINGHAM @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

Barley Arts
presenta
DOPO IL RECENTE SOLD OUT DI MILANO
RYAN BINGHAM
ANNUNCIA TRE NUOVE DATE IN AUTUNNO

Appena concluso con grande successo il tour unplugged europeo, con un concerto sold out anche a Milano, Ryan Bingham annuncia il suo ritorno live in versione full band con tre nuovi appuntamenti In italia previsti per il prossimo autunno: martedì 6 ottobre 2015 al Teatro Quirinetta di Roma, mercoledì 7 ottobre al Locomotiv Club di Bologna e giovedì 8 ottobre al Bloom di Mezzago (MB). I biglietti dei tre show saranno disponibili sul circuito Ticketone a partire dalle ore 10 di mercoledì 18 febbraio.

Bingham, originario del profondo Sud degli States, riceve in regalo la sua prima chitarra all’età di 16 anni e ben presto inizia ad esibirsi nei locali di Fort Worth, Texas. Dopo due EP autoprodotti viene notato dalla Lost Highway Records, che lo mette sotto contratto e pubblica il suo primo vero album insieme ai The Dead Horses, “Mescalito” (2007), prodotto dall’ex chitarrista dei Black Crowes Marc Ford, con cui il cantautore e la sua band collaborano anche per il successivo “Roadhouse Sun” (Lost Highway Records, 2009).

Il vero successo di pubblico arriva però qualche anno dopo, quando Bingham partecipa alla lavorazione del pluripremiato film Crazy Heart (2009): oltre a recitare una piccola parte il cantautore scrive due brani per la colonna sonora, inclusa la theme song “The Weary Kind”, prodotta dal leggendario T Bone Burnett, che nel 2010 ottiene un Golden Globe e un Oscar come Miglior canzone originale, un Grammy Award e il titolo di Song of the year alla nona edizione degli Americana Music Association Awards. I successivi album “Junky Star” (Lost Highway Records, 2010) e “Tomorrowland” (Axster/Bingham Records, 2012) ottengono un buon riscontro da parte di pubblico e critica e consacrano Bingham come nuovo portavoce del genere Americana.

L’ultimo lavoro di Bingham, “Fear And Saturday Night” (Axster Bingham Records, 2015), coprodotto da Jim Scott (Tom Petty, Foo Fighters, Wilco), esce lo scorso 20 gennaio e ottiene un ottimo successo di critica e pubblico, posizionandosi alla nona posizione della US Top Rock Albums.
www.binghammusic.com

ott
17
sab
POKEY LA FARGE @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
POKEY LA FARGE

Presentato da Shake Rattle & Roll

Ore 21:30
TBA
POKEY LA FARGE @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

Quando a Pokey Lafarge – classe 1983! – cadde il primo dentino da latte, invece del classico dollarone la fatina gli lasciò sotto il cuscino un paio di 78 giri di Bill Monroe e Skip James; quando successe al secondo, ci infilò una vecchia chitarra acustica. Poi toccò a un vecchio romanzo di John Steinbeck. Oggi Pokey vanta una dentatura fenomenale e uno splendido talento per la musica tradizionale americana. Le sue canzoni hanno il sapore della focaccine di mais cotte nel forno di casa, il colore di un tramonto ammirato dal portico di una fattoria del Tennessee e il calore di un sorso di liquore di contrabbando buttato giù al mattino presto. E la fatina dei dentini, chiederete voi? Siamo certi che la potrete incontrare sulla pista da ballo ogni volta che Pokey Lafarge salirà sul palco!

ott
21
mer
EPIC RAP BATTLE OF HISTORY @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
EPIC RAP BATTLE OF HISTORY
Ore 20:00
15 + d.d.p.
EPIC RAP BATTLE OF HISTORY @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

Epic Rap Battles of History porterà la propria miscela ad alta energia di musica e comicità per la prima volta dal vivo in Europa! Lo show prevede l’esibizione delle battaglie rap più popolari della webserie eseguite dal vivo con DJ e live band, sketch improvvisati e interazioni con il pubblico, che di fatto diventerà parte dello spettacolo.

http://www.epicrapbattlesofhistory.com/

ott
29
gio
SOLSTAFIR + MONO @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
SOLSTAFIR + MONO
Ore 21:30
20
SOLSTAFIR + MONO @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

•SÓLSTAFIR (IS – Season of Mist)
https://www.facebook.com/solstafirice

SÓLSTAFIR are different. Their unique blend of metal with beautiful melodies, psychedelic moments and a strong undercurrent of classic / hard rock comes as varied and at times appealingly bizarre as the landscapes of their native Iceland.

•MONO (JAP – Pelagic Records)
https://www.facebook.com/monoofjapan/

When MONO began in 1999, they set out with a simple mission: From bliss to bludgeon, no matter how long or winding the path may be. Their debut album, Under The Pipal Tree, outlined that mission in twisted, psychedelic fury. Subsequent albums would see the band honing their craft, mastering their mission, and ultimately abandoning that path in favor of more grandiose pursuits.

nov
1
dom
FATHER JOHN MISTY @ Locomotiv CLub | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
FATHER JOHN MISTY + Anna B Savage

Presentato da Murato!

Ore 21:30
15 euro + d.d.p
FATHER JOHN MISTY @ Locomotiv CLub | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

Father John Misty è il moniker dietro a cui si cela Josh Tillman, cantautore e polistrumentista folk, rock e blues originario del Maryland. Il musicista è attivo dal 2004, anno in cui comincia la sua produzione col nome J.Tillman, con cui pubblica ben sette album solisti (l’ultimo, Singing Ax, risale al 2010) caratterizzati da un cantautorato acustico debitore verso Neil Young, Nick Drake e Townes Van Zandt. Dopo anni di intensa attività live all’interno del circuito alternative folk di Seattle, nel 2008 si unisce ai Fleet Foxes come batterista, rimanendovi fino al gennaio 2012, quando decide di lasciare la band per dedicarsi alla carriera solista.

Alcuni mesi dopo lo split dal gruppo di provenienza, il musicista annuncia la nascita di un nuovo progetto, ovvero Father John Misty: il primo album a firma Father John Misty si chiama Fear Fun, ed esce il 1 maggio 2012 tramite SubPop, raccogliendo da subito critiche favorevoli, caratterizzato dalla commistione tra il folk acido del Laurel Canyon e la tradizione alt.country americana.

More info:
https://www.facebook.com/fatherjohnmisty
http://www.fatherjohnmisty.com/tv/

nov
9
lun
KAMASI WASHINGTON @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
KAMASI WASHINGTON
Ore 21:30
TBA
KAMASI WASHINGTON @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

Con il trampolino della Brainfeeder di Flying Lotus, che ha pubblicato ‘The Epic’, un album di debutto monumentale in un triplo cd, Kamasi Washington è l’artista black del 2015, colui che sta riportando il jazz ‘moderno’ tra le nuove generazioni, conquistando pubblico e critica in tutto il mondo.
Musicista per Kendrick Lamar, Raphael Saadiq e Snoop Dogg, questo giovane musicista losangelino ha prodotto un disco che guarda al passato glorioso di artisti del calibro di Roland Kirk, Pharoah Sanders, Sun Ra e John Coltrane, con un approccio pop e non elitario, più al cuore e meno ai (falsi) dogmi istituzionali della musica afroamericana. Nella sua band figurano autentici fuoriclasse della scena west coast, come Thundercat, Cameron Graves e Ryan Porter, fra gli altri. (credits: http://www.electronique.it/)
___________________