Prossimi eventi

ott
22
sab
THE VEILS @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
THE VEILS
Ore 21:30
15 euro + d.d.p
THE VEILS @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

The Veils sono una band neozelandese con base a Londra capitanata dal frontman, cantante e songwriter Finn Andrews. Registrato tra il Portogallo (Estudios Sa da Bandeira), Londra (Konk Studios), Los Angeles (Casa Lynch) e New York (nello studio di El-P), “Total Depravity” segna il ritorno della band con il produttore Adam “Atom” Greenspan e Nick Launay, entrambi già al lavoro per l’acclamato “Nux Vomica” del 2006. Greenspan e Launay hanno già collaborato su numerosi progetti, tra cui Nick Cave & The Bad Seeds, Arcade Fire, Yeah Yeah Yeahs, Band Of Skulls.
Il nuovo album dei The Veils vede la collaborazione del frontman Andrews con El-P dei Run The Jewels, in seguito ad un incontro casuale dei due in un bar a Los Angeles, incontro che si è poi trasformato in un rapporto di reciproca stima e collaborazione. Il giorno dopo, infatti, Finn ed El-P compongono insieme “Axolotl”, la prima traccia del disco. “The vocal was sung directly into the keyboard of a laptop and was all completed very quickly. I then began to work with the band back in London and recording songs with Atom Greenspan, some of which were then taken to El-P during breaks in Run the Jewels hefty touring schedule and then messed with them further. We were also fortunate to work with Dean Hurley on one song in LA,” aggiunge Andrews.
Scritto e registrato nell’arco di due anni, “Total Depravity” è un disco dalle mille sfaccettature ed ogni brano è una storia. La copertina del disco è ad opera dell’artista italiano Nicola Samorì, noto per “sfigurare” e reinterpretare famose opere d’arte. Last but not least, Finn Andrews è nel cast dei nuovi episodi della famossissima serie TV di David Lynch, “Twin Peaks”, insieme ad altri musicisti tra cui Eddie Vedder, Trent Reznor, Sharon Van Etten e Sky Ferreira.

nov
1
mar
SUUNS @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
SUUNS
Ore 21:30
15 euro + d.d.p.
SUUNS @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

Dopo il trionfale esordio con Images Du Futur, i Suuns fanno ritorno sulla scena musicale con Hold/Still, pubblicato lo scorso 15 Aprile per Secretly Canadian. Prodotto da John Congleton (St Vincent, The War On Drugs, Sleater-Kinney), il terzo album in studio della band canadese di Montreal è un lavoro enigmatico: le 11 tracce contenute sono psichedeliche, elettroniche e al tempo stesso austere, sensuali e fredde, sempre conservando un perfetto equilibrio e controllo. I Suuns, una delle band protagoniste del Primavera Sound Festival, saranno ospiti al Locomotiv Martedì 1 Novembre

nov
2
mer
65DAYSOFSTATIC @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
65DAYSOFSTATIC
Ore 21:30
TBA
65DAYSOFSTATIC @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

I 65daysofstatic sono una band post rock strumentale nata a Sheffield nel 2001. Il quartetto ha pubblicato sei album e numerosi EP e singoli, sviluppando un suono convincente e molto personale che li ha fatti affermare come una delle band post rock più rilevanti e amate del decennio.

La loro musica li ha portati ovunque, dai circuiti dei club del Nord Europa alle arene e bar nell’America più profonda, dai club ai confini della Siberia a piste di atterraggio, giungle sino all’ Estremo Oriente e all’ Australia. Apparentemente una rock band, i 65DOS hanno anche sviluppato un sano bagaglio di attività extra-curriculari.
Come ad esempio Sleepwalk City alla Galleria Millennium a Sheffield, un’installazione con sedici altoparlanti che unisce l’immaginario satellitare di Google alla fabbricazione di un drone, e che si conclude con una maratona gloriosa di nove spettacoli dal vivo in due notti. Altri progetti recenti includono la musica realizzata attraverso una piattaforma freeware(YrCodeIsBadAndYouShouldFeelBad), il corto sperimentale Oscillator, e la collaborazione con coreagrafi di danza contemporanea.
La band ha anche realizzato la colonna sonora del videogame di Sony “No Man’s Sky”che sarà lanciato nei prossimi mesi.
Wild Light, l’ultimo album realizzato risale al 2013 ed è considerato dalla critica come uno dei migliori album post rock degli ultimi anni.

Hanno scritto su WILD LIGHT:

“… e sul finire del disco, quando la luce entra tutta d’un tratto a illuminare uno dei momenti più catartici e meravigliosi nei dischi di quest’anno… exeunt omnes. Finito. Perfetto.” DROWNED IN SOUND 9/10

“Cos’è il post-rock se non prova a reinventare il futuro? I 65DOS si sono superati. Prisms unisce l’hardcore digitale dei Crystal Castles con la serena complessità strumentale dei Tortoise. La prossima volta che qualcuno vi dice che la guitar music ha finito le idee, indicategli la direzione di Wild Light” NME 8/10

READ MORE:
www.65daysofstatic.com.
https://www.facebook.com/pages/65daysofstatic/59496880675?fref=ts

nov
4
ven
ALCEST + MONO @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
ALCEST + MONO
Ore 21:00
TBA
ALCEST + MONO @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

Il prossimo autunno i transalpini ALCEST e i nipponici MONO uniranno le loro energie in un tour europeo che ha dell’imperdibile: tra shoegaze, post rock e black metal i due gruppi si alterneranno per 4 epiche serate.
ALCEST è un progetto nato nel 1999 da Neige, unico membro fisso della formazione e ispirato alla scuola black metal scandinava. L’evoluzione del gruppo porta a sperimentare negli anni nuove sonorità e a creare un sound nuovo sempre più
improntato sullo shoegaze. Nel 2014 è uscito il loro ultimo lavoro “Shelter”
(Prophecy Productions) prodotto da Birgir dei Sigur Ros e in cui si riconoscono nuove influenze dream pop. Attualmente gli ALCEST sono in studio per realizzare il loro quinto album che dovrebbe uscire prima della fine dell’anno.
I MONO non necessitano di presentazioni con i loro nove album all’attivo di cui uno live con la New York Orchestra sono il sinonimo di rock sperimentale strumentale.
Dopo l’uscita del doppio lavoro “The Last Dawn/Rays of Darkness” nel 2014 la band si è chiusa nell’Electric Audio studio di Chicago con il produttore Steve Albini per finalizzare il decimo album della loro carriera, di cui avremo il piacere di ascoltare degli estratti dal vivo il prossimo autunno.

nov
8
mar
MAKAYA McCRAVEN @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
MAKAYA McCRAVEN
Ore 21:30
15 euro + d.d.p.
MAKAYA McCRAVEN @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

A grido di “future-is-now drumming”, Makaya McCraven spazia tra generi e stili con una semplicità disarmante mantenendo forti radici nella world music, ma sopratutto nel jazz, vizio di famiglia fin dai tempi del padre Stephen, dietro alla batteria del grande Archie Shepp. Musiche nate dall’immediatezza dei live improvvisati nei locali, eppure compatibili con una fruizione casalinga, individuale, intrattenimento intellettuale e complesso nelle sue ricercate (de)strutturazioni e sperimentazione, su disco come sul palco con musicisti straordinari come Jeff Parker (Tortoise), Marquis Hill, Junius Paul, Josh Abrams (Joan Of Arc) e De’Sean Jones.
“Split Decision” (Chicago Sessions, 2012), il precedente lavoro, è stato ben accolto ricevendo ottime critiche da Chicago Tribune, Jazz Weekly, All About Jazz e raggiungendo la posizione numero 6 per Blaze Radio. Questo album ha rapidamente affermato Makaya come una delle voci principali della scena musicale di Chicago per poi proiettarlo sulla scena nazionale, registrando così collaborazioni importanti come Archie Shepp, Yusef Lateef, Bernie Worrell, Soulive, Samba Mapangala, Charles Neville, Fareed Haque, Marcus Strickland, Tony Monaco, Willie Pickens, Linonel Louke e Bobby Broom.

La selezione musicale pre e post concerto sarà curata da Morra Mc.

nov
25
ven
PREOCCUPATIONS (Ex Viet Cong) @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
PREOCCUPATIONS (Ex Viet Cong)
Ore 21:30
15 euro + d.d.p
PREOCCUPATIONS (Ex Viet Cong) @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

Preoccupations è il nuovo nome della band che lo scorso anno, con il suo omonimo album d’esordio, ha saputo conquistare pubblico e critica: i Viet Cong.
La band si prepara a far ritorno in Italia con un nuovo album.

Quartetto post-punk canadese, i Viet Cong nascono a Calgary nel 2012, dalle ceneri della band Women.
La morte improvvisa di Chris Reimer, chitarrista e voce degli Women, segna la fine della band. Sarà l’incontro con i chitarristi Scott Munro e Danny Christiansen a far nascere nell’ex bassista degli Women Matt Flegel e nell’ex batterista Mike Wallace la voglia di rimettersi in gioco e a dar vita ad una nuova band: i Viet Cong.
La nuova formazione inizia a calcare i palchi di Calgary proponendo quello che sarà il loro primo Ep, Cassette.
Il loro stile, definito “labyrinthine post-punk” viene accolto con entusiasmo dal pubblico tanto che la band verrà chiamata ad esibirsi al SXSW del 2014.
Di lì a poco la band firmerà per la canadese Flemish Eye e pubblicherà su vinile, via Mexican Summer, il loro Ep.
Il vero debutto arriva a Gennaio 2015. L’album, omonimo, viene pubblicato via Jagjaguwar e contiene le bellissime Continental Shelf e Silhouettes. L’album consacra il talento della band, e la loro performance al Primavera Sound dello scorso anno è stata lodata da tutto il pubblico e la stampa presente.
A seguito della discussione nata lo scorso anno circa il loro nome, la band ha deciso di cambiare il proprio nome in Preoccupations. Questa la comunicazione ufficiale:

«Dopo aver terminato l’ultimo disco ed esserci presi una pausa, siamo lieti di annunciare che ci esibiremo e incideremo d’ora in poi a nome Preoccupations», ha dichiarato la formazione.«Presenteremo il nuovo materiale nei prossimi mesi in una serie di tappe presso vari festival e concerti in Nord America e in Europa. Ci scusiamo con coloro che sono stati influenzati negativamente dal nostro precedente nome. Non è mai stato il nostro intento… …siamo felici di cambiare e andare avanti concentrandoci sulla musica».

nov
26
sab
JOAN AS POLICE WOMAN & BENJAMIN LAZAR DAVIS @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
JOAN AS POLICE WOMAN & BENJAMIN LAZAR DAVIS
Ore 21:30
18 euro + d.d.p.
JOAN AS POLICE WOMAN & BENJAMIN LAZAR DAVIS @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

JOAN AS POLICE WOMAN & BENJAMIN LAZAR DAVIS

Joan As Police Woman celebra una decade di grandi successi con la presentazione del suo nuovo disco (il quinto in studio) e con un tour di concerti intitolati “Let It Be You”.

Joan è conosciuta per le collaborazioni con Antony, Rufus Wainwright,Lou Reed e David Sylvian. A deeply soulful artist who crosses musical genres effortlessly. “Let It Be You” è maestoso e liberatorio, frutto di una collaborazione , questa volta con un’amico, polistrumentista e cantautore di Brooklyn, Benjamin Lazar Davis (Cuddle Magic, Bridget Kearney).

Joan As Police Woman e Benjamin Lazar Davis presenteranno dal vivo con la band i brani dal nuovo “Let It Be You” e versioni riarrangiate dai precedenti dischi di Joan (Real Life, To Survive, The Deep Field, The Classic).

“Soulful adventurism – a voice so wonderous and moving it makes everyone else’s seem ordinary and mundane” THE GUARDIAN

“Ravishing and lovelorn” MOJO
_________________________________________

> apertura porte ore 21:30
> inizio live ore 22:30
> ingresso tba
> prevendita a breve disponibile sul circuito TicketOne
> tessera AICS obbligatoria (8€)
________________________________________________

Per ulteriori info contattateci su info@locomotivclub.it o al 3480833345

dic
7
mer
LUCKY CHOPS @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia
LUCKY CHOPS
Ore 21:30
15 euro + d.d.p.
LUCKY CHOPS @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

Hanno collezionato un sold out dopo l’altro nel recente tour europeo e adesso i Lucky Chops sono pronti a fare tappa anche in Italia. L’appuntamento con la brass band di New York City è fissto per mercoledì 7 dicembre al Locomotiv Club di Bologna.
I biglietti sono disponibili sul circuito Ticketone: http://goo.gl/amiZRk

I Lucky Chops sono Josh Holcomb (trombone), Daro Behroozi (sax tenore), Leo P. (sax baritono), Kevin Congleton (batteria), Joshua Gawel (tromba) e Raphael Buyo (sousaphone).