QUANDO IL FREDDO SCOTTERA’ + con PepeVázquez,Verónica Caissiols Torcello María Clara Vázquez, Emilio Pigot

Quando:
17 ottobre 2017@21:30
Dove:
Locomotiv Club
Via Sebastiano Serlio
25/2, 40128 Bologna BO
Italia
Costo:
10 euro - 8 euro ridotto | riservato ai soci del circolo con tessera aics 2017-2018
Contatto:
Locomotiv Club
3480833345
QUANDO IL FREDDO SCOTTERA' @ Locomotiv Club | Bologna | Emilia-Romagna | Italia

Quando il freddo scotterà

Poesia come ribellione, riflessione, sogno, viaggi, musica. Poesia come coscienza, memoria, protesta umana, sociale, politica.
Poesia del male e della rabbia. La poesia nel suo complesso, vita e morte, attesa e ricompensa,come balsamo e conforto. Poesia come amore. Storie e visioni dei due poeti che ci toccano nel profondo quando l’incongruenza ci assale.

 

– “Idea, perché tanta resistenza a parlare di te fuori dalla poesia?
E’ stata l’ossessione di tutta la tua vita”.
– “Quello che non sta scritto, fugge, sparisce, muore. Solo quello che sta
scritto diventa azione”
– “Lo hai sempre pensato? ”
– “Io scrivo e poi mi leggo, per cercare chi sono”

“L’amore interroga quotidianamente i poeti per farli risalire alla
radice della loro esistenza. E’ come un vuoto freddo che non si
colma mai, ma che nello stesso tempo scotta dentro, chiede
sempre di agire ed essere presenti. Mario e Idea hanno messo
nella sfera dell’amore la loro vita e la poesia è il loro diario
quotidiano. Questa intensità è un tormento ma è soprattutto la
forza che fa essere profondamente uomini anche quando la
storia ci disumanizza e ci distrugge con le ingiustizie e la
violenza come è accaduto a noi in Uruguay. Per questo amiamo i
nostri poeti. Ci hanno detto dove cercare quella speranza che ti
fa superare qualsiasi tortura, qualsiasi umiliazione e qualsiasi
esilio.”

 

“Quando il freddo scotterà” è una storia d’amore, vissuta da due impiegati che, seppure diversi, iniziano a frequentarsi e a conoscersi nel loro ambiente di lavoro. L’amore li rivela a se stessi e li restituisce pienamente alla vita. L’intreccio è raccontato da quattro attori uruguaiani, che arricchiscono i momenti più intensi della vicenda ricorrendo alla poesia di due poeti molto amati nel loro paese Idea Vilarino e Mario Benedetti. La storia è liberamente tratta dal romanzo in forma di diario La tregua di Mario Benedetti.

Lo spettacolo si colloca nella sezione Latinos del progetto DRAMOPHONE che presenta a Bologna la
sua ottava edizione.
Il debutto europeo di “Quando il freddo scotterà” è previsto il prossimo 11 ottobre al Teatro Pacta di Milano, seguirà una presentazione romana al Teatro di Villa Torlonia e cui seguirà la presentazione Bolognese il 17 ottobre al Locomotive. La produzione, frutto di una cooperazione con importanti artisti uruguaiani, tra cui il celebre Pepe Vàzquez, ha il patrocinio dell’Ambasciata dell’Uruguay in Roma, Lila, Ministerio de Relaciones Exteriores del Uruguay, Ministerio de Educacion y Cultura, Ministerio de Turismo. Il Progetto viene proposto tanto in lingua italiana come in lingua spagnola.

Gli artisti

Pepe Vázquez
Nato in Uruguay nel 1940. Da 1958 ha sviluppato la sua attività artistica ininterrotta e fa parte di diversi gruppi. Dal 1978 al 1983 (durante l’esilio politico) fa parte della COMPAÑÍA NACIONAL DE TEATRO di Costa Rica. Nel 1983 – 84 lavora con il teatro EL GALPÓN in México. Da 1984 (rientra all’Uruguay in processo di democratizzazione dopo la dittatura militare) ad oggi ha continuato a lavorare in più di 120 titoli.
Fu uno dei primi a fare Café Concert in Uruguay e conta più di 150 spettacoli di questo genere teatrale.
Dal 1970 ad oggi partecipa in TV in cicli di teatro sceneggiato e anche in programmi umoristici. Ha lavorato oltre che in URUGUAY, in COSTA RICA – MÉXICO – PANAMA- NICARAGUA – PERU – CILE – CUBA -BOLIVIA -PARAGUAY – ARGENTINA – GERMANIA – STATI UNITI – SPAGNA – PORTOGALLO – SVEZIA. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti e premi come migliore attore sia a livello nazionale che internazionale. Nel 2004 è stato convocato come attore stabile del Teatro Nazionale dell’Uruguay. Fulvio Ianneo Drammaturgo, regista, attore italiano. Fondatore a Bologna della Associazione Dramophone. Creatore di numerose produzioni e Co-produzioni a livello internazionale: Austria, Slovenia, Slovacchia, Uruguay, Finlandia, Danimarca, Francia, Stati Uniti. Ha ricevuto riconoscimenti per il suo lavoro artistico in Spagna, Uruguay, Italia e India. Ha creato diretto workshop di teatro a Bogotà, Montevideo, Joensuu, Bangkok, Berlino. Alcuni dei suoi testi sono stati tradotti e rappresentatati in Francia, Austria e Uruguay. Si è formato nella Università di Pisa e Angers (Francia), il Centro di Semiotica Teatrale di Prato e attraverso laboratori tra cui con A. Neiviller, M. Fabbri, L. Berio, T. Guerra e altri. Ha collaborato per alcuni anni con Leo de Berardinis.

Verónica Caissiols Torcello

Uruguaiana di origine italiana. Attrice (teatro, TV, radio, cinema e carnevali). Insegnante (bambini e adolescenti, adlti e persone diversamente abili). Regista; traduttrice e interprete (Spagnolo-Italiano). Ampia formazione nell’universo artistico. Si è presentata in palcoscenici di Uruguay, Stati Uniti, Lituania, Berlíno e molte città italiane. Dal 2009 collabora con il regista italiano Fulvio Ianneo (Teatro Reon; Dramophone Teatro. Bologna). Collabora anche con: Assemblea Teatro di Torino ; Lalage Teatro di Bologna; Sandra Cavallini, Danilo De Summa e Un Ponte tra Culture di Ancona.

Emilio Pigot

Nasce in Uruguay nel 1967.Inizia la sua formazione artistica nella Escuela Integral de Arte Escénico di Imilce Viñas, Studia canto con il maestro.
Alejandro Giaccone. 1995 – Studia come vocalista.presso la Fundación Tango. Dal 1997 ad oggi partecipa a numerose produzioni teatrali e anche televisive.
Ha lavorato con grandi registi della scena uruguaiana.

María Clara Vázquez

Figlia d’arte di grande talento. Laureata nella Escuela Municipal de Arte Dramático nel 1997. Sviluppa la sua carriera come attrice, produttrice e insegnate di formazione vocale. Ha partecipato a diversi spettacoli e insegna in quattro scuole di teatro di Montevideo.